Si effettuano consulenze tecniche di parte (perizie) relative a esiti permanenti e postumi di invalidità.

Le consulenze tecniche di parte, o perizie, sono valutazioni effettuate da professionisti specializzati che forniscono un’analisi dettagliata e un parere su specifici aspetti tecnici di una controversia legale.

Nel caso di esiti permanenti e postumi di invalidità, queste consulenze possono riguardare la valutazione del grado di danno biologico, la determinazione del grado di invalidità, l’individuazione delle cause dell’invalidità e le possibili cure o terapie per migliorare la situazione del paziente.

Le perizie mediche possono essere richieste sia dal paziente sia da altre parti coinvolte nel caso, come ad esempio assicurazioni, datori di lavoro o enti previdenziali. Un consulente tecnico di parte può essere un medico legale, un medico specialista, un fisioterapista o un altro professionista con competenze specifiche nell’area di interesse.

Le consulenze tecniche di parte hanno lo scopo di fornire informazioni obiettive e basate su prove scientifiche per aiutare le parti coinvolte a prendere decisioni informate e raggiungere un accordo o una risoluzione del caso.

Il consulente tecnico di parte può essere incaricato di effettuare una visita medica sul paziente, di analizzare la documentazione medica esistente, di valutare l’efficacia delle terapie somministrate, di stabilire un piano di riabilitazione o di valutare l’impatto dell’invalidità sulla vita quotidiana e lavorativa del paziente.

In alcuni casi, il giudice può decidere di nominare un consulente tecnico d’ufficio (CTU) per fornire un parere indipendente e imparziale sulla questione. I consulenti tecnici di parte possono collaborare con il CTU o contestarne le conclusioni, a seconda delle circostanze del caso.

È importante scegliere un consulente tecnico di parte con esperienza e competenze specifiche nel settore di interesse, in modo da ottenere un parere affidabile e basato su prove solide.